Customer Login

Lost password?

View your shopping cart

MUSIKBOX nasce nel 1996 da un’idea di Anselmo Patacchini perfezionata assieme a Claudio Scarpa (fondatore della storica rivista Anni ’60 e Nuovo Ciao Amici) e Giorgio Meloni (esperto di progressive) a cui si sono aggiunti Antonello Bosso e Silvano Di Biagio.

Le prima uscita è del gennaio 1997 con lo storico numero con Le Orme in copertina, diventato oramai un raro pezzo da collezione. Il credo è quello di diffondere la buona musica attraverso una lunga serie di articoli molto accurati, arricchiti da foto d’epoca, spesso inedite, strizzando l’occhio al collezionismo degli immarcescibili vinili. Beat, progressive, rock, blues e non solo convivono sapientemente nelle pagine della rivista.

Alla fine dell’anno 2000, la grande svolta caratterizzata dall’aumento delle pagine del magazine e da una ricerca grafica molto curata con articoli sempre più ricchi e specializzati corredati da scatti fotografici di assoluta qualità. Il progressive italiano e inglese la fanno da padrone grazie a numerose ed esaustive retrospettive che riscuotono ampi consensi non solo fra il folto pubblico degli appassionati del genere ma anche fra quelle persone che non lo avevano approfondito più di tanto.

Musikbox è la prima rivista musicale italiana, dopo tanti anni, a parlare di Alta Fedeltà con rubriche caratterizzate da un efficace linguaggio semplice e diretto, in cui ci si batte strenuamente per gli ascolti veri, quelli fatti con il giradischi, l’amplificatore e i diffusori acustici. Una battaglia contro gli apparecchietti che si stavano diffondendo in quel periodo che avrebbero portato direttamente al non suono dell’Ipod.

Merito della rivista è stato quello di far convivere autentici professionisti del settore musicale, straordinari appassionati e bellicosi giovani, che guidati da un capitano coraggioso sono riusciti nell’intento di creare un piece davvero unico nella storia del giornalismo musicale italiano.

Una rivista da leggere e divorare, da apprezzare per i suoi effervescenti contenuti, da collezionare gelosamente e consegnare ai posteri.